Hotel Riccione

Rocca Mondaino

Rocche e Castelli - - RN

Ci sono un sacco di castelli nelle valli fuori Rimini, a testimonianza della lotta feroce tra le autorità di concorrenza in Italia centrale in tutto il Medio Evo, e la Rocca Malatestiana di Mondaino è un tipico castello di frontiera di quel tempo (Si trova quasi esattamente a metà strada tra Urbino e Rimini - un po 'più vicino a Urbino, anche se oggi è in provincia di Rimini).

E 'stato costruito in una rete di castelli, ed è particolarmente robusto con pareti inclinate e impressionanti merli ghibellini - un merlo costituisce la parte solida di un parapetto merlato, a volte trafitto da feritoie, alcuni hanno suggerito dalla parola latina medievale merelus o merlo, l'immagine di una fila di merli seduta sul parapetto. In Italia durante il conflitto guelfo ghibellino le due parti (anche liberamente 'lato' deve essere usato qui) ha adottato merli in stile diverso - il ghibellino che si estende come una coda di rondine.

Il Castello fu costruito progressivamente tra il XIII e XV secolo, con la maggior parte del lavoro svolto da Sigismondo Pandolfo Malatesta, che ha aggiunto fino a 13 torri per la struttura e una serie di muri. Il suo rivale Federico descritto Mondaino al momento come una roccaforte praticamente impossibile da conquistare.
Ogni grande castello ha bisogno di una grande storia fantasma per accompagnare, e Mondaino è uno dei migliori. Il poeta rinascimentale Giovanni Muzzarelli, che è stato nominato governatore della città nel 1514, scomparso nel 1516. Nel pozzo del castello, più tardi, un anello d'oro con il marchio della città è stato trovato.Geloso della sua nomina (imposto dal Papa a Roma), insieme a lui una sera hanno buttato lui e il suo fidato mulo fidato mulo, nel pozzo dove morì di una morte lenta e dolorosa. Una teoria alternativa suggerisce che il nome 'Giustina' è stato trovato scarabocchiato nella parete del pozzo - il nome di uno degli amanti di Muzzarelli, il cui marito arrabbiato uccise il poeta. La tradizione suggerisce che, in entrambi i casi, il fantasma del poeta vaga nel castello per ricordare ai visitatori la sua morte orribile.

Il Castello ha un numero notevole di passaggi segreti, cunicoli e porte nascoste, tutte aggiungendo qualcosa al suo senso del mistero. Una camera ha un imponente affresco è opera di Bernardino Dolci, circa del 1485, di Maria Vergine con al seno Gesù Bambino.
Questo affresco ha causato un po 'di scalpore all'inizio di quest'anno, quando alcuni visitatori notato la presenza sbiadita di una scimmia sulla spalla come la figura della Vergine. Storici dell'arte locali hanno respinto l'idea, come un'illusione ottica, mentre altre teorie hanno suggerito che questo è in realtà un demone, in bilico sulla spalla della Vergine per mettere in guardia i fedeli contro il suo seno scoperto. Fantasia? Fatevi la costra idea visitandolo.



Per informazioni