Hotel Riccione

Convento Francescano

Chiese e Conventi - - RN

Il Convento Francescano e la vicina Chiesa di Santa Croce a Villa Verucchio è secondo la tradizione sul percorso di San Francesco in questi luoghi nel maggio del 1213. Durante il percorso ai piedi verso Rimini si sarebbe fermato in una selva del colle di Verucchio, dove sorgeva un piccolo dormitorio dedicato alla Santa croce, e qui avrebbe compiuto alcuni miracoli e avrebbe piantato e fatto rinverdire il suo secco bordone di cipresso.

Ben presto il piccolo dormitorio fu trasformato in convento, affiancato da una chiesa dedicata alla Santa Croce, tuttora esistente. Il luogo in cui sorge, per il suo isolamento e per la presenza di ulivi e di cipressi, è ancora oggi assai suggestivo; nelle viginanze sgorga un sorgente curativa a ricordare il miracolo della sorgente, mentre nel chiostro del convento si può ammirare il cipresso piantato da San Francesco: un colossale, rarissimo monumento vegetale che i botanici, confortando la leggenda serafica, ritengono vecchio di almeno settecento anni.
Oltre al cipresso (altezza attuale, dopo il crollo della cima avvenuto il 6 dicembre 1980, m. 25 circa, circonferenza massima del tronco m. 7,37), nell’ambito del convento viene indicato il luogo in cui la tradizione vuole sorgesse la capanna di San Francesco.
La chiesa ha un bel portale trecentesco, dal vasto interno neoclassico, dal raffinato coro rinascimentale intarsiato; e sulla parete di sinistra, fra gli archi ottocenteschi, uno stupendo affresco dai colori chiari, popolato di molte figure: rappresenta la Crocifissione, ed è stato dipinto nella prima metà del Trecento da un ottimo artista di scuola riminese.
Apertura: annuale dalle 7:00 alle 12:00 dalle 16:00 alle 19:00

Festivi dalle 7:00 alle 12:00 dalle 16:00 alle 19:00



Per informazioni